Il Corso

 Antropologia come relazione di reciprocità e sostenibilità tra individui e mondo. 

Per la nostra salute, per la salute del pianeta e della società.

Tra passato e futuro, tra innovazione e tradizione.

Sapere umanistico e scientifico per abbattere steccati tra ambiti diversi della conoscenza, per esplorare i territori di confine, per mischiare le carte, richiamando l’esperienza del passato ma aprendo nuovi orizzonti per il futuro, per incuriosire, per cogliere nessi per argomenti apparentemente distanti. 

Da Chi non ha più nulla da dimostrare, se non passare il testimone, per risvegliare l’interesse.

Un Corso per declinare l’avventura di libertà in giovani romantici e coraggiosi: ripercorreremo sentieri che collegano la matematica alla neuroscienza, per vagabondi intellettuali, viandanti del relativismo, ma con un forte, preciso, filo conduttore; con una Stella Polare.

Per tutelare e promuovere la libertà umana, in tutte le sue espressioni, scientifica compresa.

Per insegnare l’ironia, rivendicare i diritti dei diversi, non solo di migranti, ma anche di tutti coloro che non attendono le direttive emanate da sedicenti detentori della verità.

Non c’è traguardo senza correre rischi, non esiste un progresso senza avventura.

Ogni avanzamento comporta una sfida, un azzardo.

Per insegnare a diffidare dei divieti dall’alto dei sistemi teoretici onnicomprensivi, della autorità, dei confini chiusi.

Vogliamo i trasgressori, i contrabbandieri, gli antiproibizionisti, gli eretici.

Un Corso di alto profilo didattico e culturale, alla ricerca della bellezza della complessità.

La interdipendenza che ci sottende e l’urgenza con cui deve essere studiata, tutelata, coltivata non ha precedenti nella storia umana.

Diretto da Maurizio Grandi, Erica Francesca Poli e Vincenzo Naso, il Corso propone un insegnamento culturale e rigorosamente scientifico rivolto all’antropologia, alla salute complessiva e globale.

 

 

“A tutti gli schiavi in rivolta. Per tutelare la libertà umana.”

 (James Connoly, 1915)

 A chi coltiva la facoltà anarchica.

 (Kant)

 Freedom, liberty, enfranchisement

(Bruto nel Giulio Cesare, Shakespeare)

Autonomia di una ragione che non cancella, ma riconosce il potere delle emozioni.
Esercitazione senza vincoli.
Lotta per fare propria la libertà.

Finalità del Corso

Educare al pensiero complesso e sistemico nelle professioni e nella vita a partire da competenze di differenti aree del sapere.

Intendiamo fornire agli Allievi strumenti per un’interpretazione trasversale della società e delle relative criticità, per costruire interventi mirati alla promozione della salute globale e alla tutela della biodiversità.

 

Cultura come fattore di resilienza e pace tra i popoli.

Chi siamo

 

Il progetto Apeiron Scuola nasce dalla “mission” condivisa tra La Torre Centro Studi e Ricerche (Torino) e il CIRPS – Centro Interuniversitario di Ricerca Per lo Sviluppo sostenibile (Roma).

I Docenti provengono dal mondo accademico, istituzionale, libero professionale, e condividono il pensiero complesso e l’interdisciplinarità che connota il Corso.

A chi è rivolto

 

Professionisti con le competenze che con noi si formano sono richiesti da aziende, enti, corpi sociali intermedi, terziario, scuola, sanità.

In un mondo in cambiamento sono competenze indispensabili per giovani, uomini del domani, indipendentemente dalle specializzazioni conseguite.

Occorrono individui pensanti; capaci di comprendere il ruolo dell’Uomo.

In questo mutamento epocale; capaci di invertire la rotta, capaci di navigare la complessità.

Il Corso si rivolge a tutti i Laureati con diploma di Laurea Triennale e, nella veste di uditori, anche a Studenti non in possesso del suddetto titolo.

SEGUI IL PODCAST DEL CORSO

Offerta formativa

 

Il programma è articolato in aree di studio e approfondimento: chimica, fisica, biologia, botanica ed etnofarmacologia, etnomedicina, antropologia, sociologia, filosofia, geopolitica, economia, ingegneria delle risorse e dell’energia, ecologia dell’ambiente a della mente, cultura del food, neuroscienze, arte neuro estetica, psicologia delle relazioni e dei sistemi, all’etica dei diritti e della sostenibilità.

Quando

Durata 12 mesi.
Inizio lezioni: 1 Dicembre 2021
Fine lezioni: 4 Dicembre 2022

  

Possibilità di partecipare nelle seguenti modalità:

Presenza

Il Corso in resenza si svolgerà presso la sede didattica: Centro Studi e Ricerca LA TORRE – via Mario Ponzio, 10 – 10141 Torino. 

Le lezioni in presenza sono e saranno garantite nel rispetto delle disposizioni nazionali messe in atto per far fronte all’emergenza pandemica.
L’ordinanza prefettizia dell’anno 2020-2021 ha consentito il regolare svolgimento delle attività nonostante i decreti emanati nel corso dell’annualità scorsa.

Live Streaming

Il corso verrà seguito in modalità streaming da remoto, in diretta con il corso in presenza

Differita

Il corso verrà seguito in differita da remoto, tramite collegamento alle lezioni registrate

Trova la formula adatta a te

SEI LAUREATO E

VUOI FREQUENTARE

QUESTO CORSO?

NON SEI LAUREATO E VUOI

FREQUENTARE IL CORSO

COME UDITORE?

Chiedici informazioni

Telefona al numero

+39 011.7706411 -700711 -7708801

oppure invia una mail a

assistenzacorso2020@la-torre.it

Chiedici informazioni

Telefona al numero

+39 011.7706411 -700711 -7708801

oppure invia una mail a

altaformazione@la-torre.it

Contatti

SEDE DIDATTICA:

LA TORRE - Centro di Studio e Ricerca di Maurizio Grandi

Via Mario Ponzio, 10 - 10141, Torino

www.la-torre.it

 

SEGRETERIA DIDATTICA:

E-mail:

altaformazione@la-torre.it

Telefono: 

+39 011.7706411 -700711 -7708801

 

Dal Lunedì al Venerdì

ore 8.30-12.30 e 15 -19

 

 

SEDE AMMINISTRATIVA:

 

CIRPS - Centro Interuniversitario di Ricerca Per lo Sviluppo sostenibile

 Palazzo Brancaccio, Via Merulana,247 - 00184 Roma

 www.cirps.it 

 

Sedi del corso

TORINO

Centro di Studio e Ricerca LA TORRE

di Maurizio Grandi 

Via Mario Ponzio, 10 - 10141, Torino

 

Come raggiungerci:
La Torre è situata nella zona nord ovest della città di Torino,  sulla direttrice di Corso Francia, a pochi metri da Corso Brunelleschi. 

Facilmente raggiungibile dalla tangenziale Nord (uscita Corso Regina Margherita).

 

Con gli autobus:
42 e 28 Fermata c.so Brunelleschi 38 e 36 Fermata c.so Francia33/ e 33
Fermata via Bardonecchia 40 e 62 fermata Pronda Via De Sanctis

Con la Metropolitana:
Fermata Massaua